2a GIORNATA - RITORNO:
Ven. 22/01/16
67-62

_________________________________

PROSSIMA GARA:
Ven. 29/01/16 h21.15
Palestra Comunale
Via Madonna, 28 - Rovello Porro (CO)

vedi calendario

TURNO ODIERNO: 3a di ritorno

Basket Rovello - Bosto Varese
ABC Cantu' - Pall. Castronno
Basketball Gallarate - ABA Legnano
Sportlandia Tradate - Pall. Luino
Olimpia Cadorago - Basket Tavernerio
MIA Lentate - Ardor Bollate
Pall. Varese - Cassano Magnago
Virtus Fagnano - Pall. Cerro Maggiore
___________________________________________________

PROSSIMO TURNO: 15-16/01/16

Pall. Castronno - Bosto Varese
Pall. Varese - ABC Cantu'
Basket Tavernerio - Basketball Gallarate
Pall. Luino - Virtus Fagnano
Olimpia Cadorago - MIA Lentate
Ardor Bollate - ABA Legnano
Cassano Magnago - Sportlandia Tradate
Pall. Cerro Maggiore - Basket Rovello

CLASSIFICA

30 - PALL. CERRO MAGGIORE
26 - BASKET CASTRONNO
24 - TEAM ABC CANTU’
24 - OLIMPIA CADORAGO
24 - ALLIANZ BANK ROVELLO
20 - SPORTLANDIA TRADATE
20 - MIA GROANE LENTATE
20 - BASKETBALL GALLARATE
14 - BASKET BOSTO VARESE*
14 - VIRTUS OLONA
12 - POL. ARDOR BOLLATE
12 - B.K. CASSANO MAGNAGO
10 - PALL. VERBANO LUINO
10 - AMICI PALL. VARESE*
08 - ABA LEGNANO
02 - BASKET TAVERNERIO

* una gara in meno

IL RITORNO DEL CAPITANO
A Rovello ritorna in campo Lollo Bini

Nella terza gara del girone di ritorno in programma in quel di Rovello Porro (inizio ore 21.15) contro la formazione comasca di coach Cilio, nelle fila del Bosto tornerà a vestire la casacca della formazione varesina, lo storico capitano Lorenzo Bini. L'atleta classe 1979 fermo dalla scorsa estate è stato richiamato dalla sua "alma mater" per aiutare e completare il roster a disposizione di coach Frasisti, alle prese con i gravi infortuni occorsi ai due esterni Iovene (sospetta rottura legamentaria al ginocchio, esami previsti tra 7 giorni) e Marotto (rottura composta del pollice sinistro). La guardia ex, tra le altre, di Arona, Sangiorgese, Saronno e Busto Arsizio, nella passata stagione aveva disputato il campionato di C2 in quel di Cassano Magnago (231 pti realizzati in 26 gare giocate). A Lollo un grande in bocca al lupo per il ritorno in maglia verde-nera da tutta la società.

TRADATE CADE A VALLE OLONA
Bosto più forte delle assenze

Il Bosto è più forte della sfortuna e strappa due punti pesanti in chiave salvezza a Tradate. Bella impresa casalinga per i varesini di Dario Frasisti (Brighina 10, Marotto 6, Bianco, Presentazi 3, Laudi 6, Missoni 8, Beretta 4, Moscatelli 23, Grieco 2, Volpato, Gorini 5), che fermano l’ADD (Clerici ne, Corsaro, Muraca 9, Figuriello 3, Beretta G. 22, Fogato 8, Turconi 8, Castiglioni, Sacchetti 7, Bernasconi 3, Gagliardi 2, Gottardello) nonostante l’assenza di Iovene e l’infortunio di Marotto in avvio di ripresa. Partita dai due volti col Bosto che domina nel primo tempo (39-23 al 20’) grazie ad una difesa attenta e aggressiva. Poi la Sportlandia inquadra il bersaglio con Beretta (3/3 da 2, 3/14 da 3) e grazie alla funzionalità della zona 2-3 ricuce dal 49-34 del 25’ al 51-54 del 33’. Ma due dardi di Brighina (2/4 da 2, 2/4 da 3) sbloccano i nerazzurri e Moscatelli (3/4 da 2, 4/14 da 3, 5/6 ai liberi) piazza la tripla partita (63-60 al 38’).

SCIVOLONE ESTERNO
Serio infortunio al ginocchio per Iovene

Bollate batte un Bosto ancora alle prese con assenze (out Gorini e Marotto) e infortuni (altro trauma distorsivo al ginocchio destro per Iovene), troppa diversa la condizione fisico-atletica tra le due squadre con i locali che hanno dagli esterni i punti decisivi per ottenere il referto rosa. Gara giocata sempre punto a punto con l'Ardor che solo nelle battute finali ottiene la doppia cifra di vantaggio ma che alla fine non riesce a ribaltare la differenza canestri (all'andata il Bosto vinse di 10 punti); come si diceva match in equilibrio sin dalle battute iniziali (10-8 al 6' e 18-16 al 10') con i locali a trovare il canestro dalla lunga distanza con Veronelli e sopratutto Danesi (20 pti finali per il play di casa) e i varesini, con l'inossidabile Moscatelli (doppia doppia per l'ala del 1976 con 25 pti realizzati e 14 rimbalzi). Equilibrio anche nella seconda frazione con l' Ardor che trova i primi canestri dai lunghi (Zucchetti 7 e Romei Giovanni 5) e che riesce ad allungare nelle battute finali del quarto sin al +5 della sirena di meta' gara (34-29). Nella terza frazione nelle fila del Bosto si accende Laudi (12 finali per l'ex Valceresio) che riporta avanti gli ospiti ( 40-41 al 28') che pero' devono fare a meno di Iovene (nel già detto infortunio), due conclusioni dalla lunga di Danesi e Lazzati chiudono la frazione sul 47-44 interno. Ultimo quarto combattuto che pero', come già detto, vede Bollate, nelle battute finali, portarsi anche sul +12 grazie ad un tecnico per proteste a Bianco dopo il quinto fallo personale fischiato da una coppi arbitrale abbastanza incerta. Il Bosto pero' non demorde e continua a lottare per salvare almeno la differenza canestri, cosa che accade grazie alla precisione dalla lunetta dei già citati Fabio Laudi e Simone Moscatelli per il 66-58 con cui termina la gara giocata sabato sera scorso.

SORRISO AMARO IN CASA BOSTO
Battuto Tavernerio, parco infortunati in aumento

Il Bosto torna al successo contro Tavernerio nell'ultima girone di andata; Nella partita giocata lo scorso venerdì sera, nonostante le cattive condizioni di tanti elementi e l'infortunio subito dal play titolare Leonardo Marotto nelle prime battute i varesini ripartono verso la zona tranquillità Avvio di gara tutto a favore dei locali con la trazione posteriore Laudi (10 punti con 4/10 al tiro +2 recuperi) e Bianco (8 con 4/6 da 2) per il 24-10 del 10', la partita in pratica si decide poi nel secondo quarto, il neo arrivato Simone Moscatelli inizia a trovare il canestro (11 punti finali con 5/12 al tiro +11 rimbalzi per l'esperta ala classe 1976) e le conclusioni dall'arco di capitan Brighina (top scorer del match con 13 p.ti e 2/2 da 2 + 3/5 da 3,entrato a sostituire l'infortunato Marotto, creano il break che porta il Bosto al riposo lungo sul +24 (42-18). Al rientro in campo i locali gestiscono il vantaggio e nonostante un ottimo Kovacic nelle file di Tavernerio (12 finali per l'ala di coach Di Landri) alla mezzora sono ancora avanti (58-35). Ma nell'ultimo quarto le gia' dette cattive condizioni fisiche di tanti elementi e, forse i fantasmi di altri finali, bloccano totalmente i neroverdi che permettono il rientro agli ospiti (bene l'esterno Aiani con 13 p.ti), anche se quest'ultimi non arrivano mai sotto le dieci lunghezze; cosa che avviene pero' proprio alla sirena finale per il 64-55 finale. Alla fine del match coach Frasisti si dichiara soddisfatto: " E' stata una gara strana, siamo partiti bene, giocando anche una buona pallacanestro, poi dopo l'infortunio a Leonardo, ci siamo compattati, un ottimo Brighina e il gioco di squadra ci hanno permesso di allungare, difatto chiudendo il match già al 25'. Nell'ultimo quarto però abbiamo pagato le cattive condizioni fisiche di tanti elementi, ma la cosa importante era fare i due punti. Ora abbiamo un settimana piena per preparare l'importantissima gara di sabato sera a Bollate, vincere su quel campo difficile sarebbe un ottima cosa, il 2-0 nei confronti degli alto-milanesi ci permetterebbe inoltre di guardare con serenità al prossimo futuro".

CON TAVERNERIO UN MATCH NON SCONTATO
Un bosto in crisi di risultati ospita il fanalino di coda

Per l'ultima giornata del girone d'andata la nostra prima squadra ospiterà questa sera il fanalino di coda Basket Tavernerio, squadra neo promossa in C Silver la scorsa estate. Il team comasco allenato da coach Di Landri ha avuto sin dall'inizio problemi di ambientamento alla nuova categoria e sta parecchio faticando in questo primo scorcio di stagione 2015/16. Il team comasco ha una età media abbastanza bassa e fà del collettivo la sua principale caratteristica, anche se ha in tre o quattro elementi i giocatori con più punti nelle mani. Sicuramente il giocatore più pericoloso è Davorin Kovacic, ala classe 1990, che segna con una media di 12,5 punti per gara; altro elemento da tenere d'occhio è il play del 1990 Taormina, autore di buone prestazioni nelle ultime gare disputate. Sotto le plance attenzione al classe 1989 Tagliabue (9,45 ppg) ed al collega di reparto Campeggi. Infine fari puntati anche sulla guardia Spiga, partita molto bene nelle prime gare, la giovane guardia comasca si è un po' fermata in queste ultimi match disputati, ma è sempre elemento pericoloso. Sicuramente la formazione di coach Di Landri parte sfavorita dal pronostico, ma attenzione a non sottovalutare il Tavernerio che, per onore di cronaca però nel derby dell'Epifania contro Cantù, ha trovato grosse difficoltà nel trovare la via del canestro, segnando solo 39 punti!!.

MERCATO IN FERMENTO PER IL BASKET BOSTO
Tesserato Simone Moscatelli

In questa lunga pausa per le festività natalizie tante le novità anche sul mercato in casa nero-verde, hanno deciso di lasciare il Bosto il lungo Faggiana e l'ala Andrea Presentazi. Il primo, visto anche i problemi logistici e il poco impiego, ha deciso di scendere di categoria mentre il “Prese” (così chiamato da tutti) ha avuto l'occasione di coronare il “sogno da professionista” che ha sempre anelato; così tramite il suo procuratore è stato contattato e quindi ingaggiato dal Basket Lugo di Romagna. Ad entrambi i giocatori che hanno lasciato la maglia nero-verde un grosso in bocca al lupo per le loro nuove esperienze. A fronte però di due partenze ecco l'arrivo di Simone Moscatelli, ala classe 1976 cm.198, che farà il suo esordio in maglia neroverde a Valle Olona contro il Tavernerio. Il nuovo arrivo in casa Bosto è un giocatore di gran esperienza e di ottima levatura tecnica, con una carriera nelle serie nazionali di livello eccelso, tanto che in diverse stagioni ha vinto la classifica dei marcatori. Simone ha militato in diverse squadre; questo il suo curriculum:
• 1995/1996; 1996/1997 e 2000/2001; 2001/2002: Pall. Cantù
• 1998/1999; 1999/2000 e 2007/2008; 2008/2009; 2009/2010 : Forti e Liberi Monza
• 2002/2003; 2003/2004: Basket Valenza
• 2004/2005: Pavia Basket
• 2005/2006: Sangiorgese Basket
• 2006/2007: Legnano Knights Basket
• 2010/2011: Pall. Irte Bustese
• 2011/2012: Lecco Basket
• 2012/2013: Pall. 99 Bernareggio
• 2014/2015: Olimpia Cadorago

RINVIATA LA GARA CON LA PALLACANESTRO VARESE
Il Bosto prepara la partita contro Tavernerio

Si doveva giocare il giorno dell'Epifania il derby tra Amici della Pallacanestro Varese ed il Bosto, turno infrasettimanale del campionato di Silver, ma pochi giorni prima è arrivata alla società di Piazzale Don Gabbani la richiesta di rinviare il match da parte dei padroni di casa; la mancata presenza di due elementi importanti in casa varesina ha di fatto costretto gli “Amici” ha chiedere il posticipo che così sarà giocato il giorno 01 Febbraio, lunedì alle ore 21.00 la palla a due!!. Il Bosto ha accettato il rinvio anche per preparare meglio il difficile ciclo di due gare che lo attende, a partire già da stasera, i match contro Tavernerio e Bollate saranno molto importanti visti gli ultimi risultati che hanno portato la compagni di coach Frasisti (nella foto a fianco) in zona pericolosa.

Arrivati alla fine del girone di andata, stasera l'ultimo turno, tutta l'attenzione si è spostata sulla zona salvezza/play-out visto che per le prime otto posizioni valide per i play-off sembra abbastanza delineata la situazione, Cerro è in testa solitario visto la debaclè casalinga di Cadorago nell'infrasettimanale, che però mantiene la seconda piazza. Dietro le due formazioni citate da Castronno a Tradate (staccate di soli 4 punti), tutto può accadere e le prossime 16 gare ci sapranno delineare la griglia per la promozione in C Gold. Ma l'interesse, come si diceva all'inizio, è tutto incentrato sulla seconda parte della graduatoria generale, il colpo di Bollate a Cadorago riapre i giochi non solo per i play-out ma anche per la seconda retrocessione diretta; ora in solo quattro lunghezze ci sono ben 7 formazioni che saranno interessate ad evitare la “forca” della retrocessione e della seconda fase. In questo momento le più in forma sembrano essere proprio l'Ardor e la Virtus Fagnano che hanno aggiustato la loro classifica sinora deficitaria. Insomma, per concludere, ci aspetta un girone di ritorno assai interessante e molto equilibrato nella parte basse della classifica!..

IL BOSTO CADE ANCHE A FAGNANO
Terza sconfitta di fila per i ragazzi di coach Frasisti

Nel derby del dodicesimo turno indiscussa e larga vittoria per i padroni di casa della Virtus che battono un Bosto spento, abulico e per nulla concentrato. In una gara con tante assenze; Giacomello, Calloni, Palladini e in ultimo pure Intravaia (fresco neo padre) per Fagnano; Missoni e Iovene per Varese (out entrambi sino al 6 Gennaio), sono i padroni di casa a partire meglio (21-10 al 10') grazie anche alla vena di un frizzante Ferioli (19 punti finale per il play ex Somma). Anche nella seconda parte di gara è il team di coach Galmarini a fare l'andatura (34-21 al 20'), un Bosto troppo poco concentrato in difesa e totalmente “scentrato” in attacco (0/7 Brighina; 1/7 Marotto, 0/7 Bianco e 3/14 Andrea Presentazi), nulla può contro avversari più determinati che dominano a rimbalzo (Pizzi 7punti+21 rimbalzi; Diakhatè 8+12) nelle aree colorate. Al rientro dagli spogliatoi tutti aspettano il riscatto degli ospiti, ma è il solo Gorini (nella foto; 5/11 dal campo) che getta sul campo vervè, orgoglio e determinazione, così la Virtus non può far altro che dilatare il margine a proprio favore (56-35 alla mezzora esatta), anche grazie a Tesone (top scorer con 27 punti finali) che segna indisturbato da ogni parte del campo. L'ultimo quarto è un monologo giallo-blu; i locali arrivano alla sirena finale al massimo vantaggio (73-51) con coach Frasisti che dà vetrina anche a chi gioca meno, menzione ad un voglioso Volpato (2/4 dal campo) e Grieco (1/1 da 3 + 4 recuperi).

Arrivati alla undicesima giornata in vetta rimangono solo due team; il GSO Cerro e l'Olimpia Cadorago entrambi vincenti nelle rispettive gare interne. Sicuramente queste due formazioni paiono essere più strutturate e qualitativamente superiori alle altre e quindi meritano la prima piazza. Dietro inseguono a due punti le varesine Gallarate e Castronno e la sorpresa Rovello che ha messo ko proprio il team di coach Monti. Ma il fatto importante relativo agli incontri dello scorso turno sono i 4 punti di distacco tra le prime otto e le altre che Groane ha messo in classifica dopo il raid a Cantù; ora la nona (proprio il Bosto) è staccata di due vittorie e recuperare lo svantaggio in un campionato assai livellato è cosa impegnativa e tutt'altro che semplice; nona piazza per il nostro team che è ora minacciata da 4 formazioni che paiono essere più in forma dei ragazzi della coppia Frasisti/Giacomazzi. In fondo alla graduatoria generale importante vittoria fuori casa per l'Ardor Bollate che batte Tavernerio lasciando così i neopromossi comaschi ultimi ad un solo successo in questo primo scorcio di stagione.

LARGA VITTORIA PER GALLARATE
Bosto poco lucido e mai in partita

Nel derby della decima giornata del girone di andata giocato a Gallarate larga vittoria per i padroni di casa che, con un incredibile 56,6% da 3 punti (13/23) battono uno spento e poco determinato Bosto. Inizio a tambur battente per Gallarate che sbaglia solo 4 tiri dal campo nei primi dieci minuti di gara per il 32-21 della prima sirena, frazione dove il basketball si affida ai dardi di un ottimo Ciardiello (13 con 3/5 da 2, 4/5 da 3) e al giovane Borghi (10 con 5/7 al tiro) sostituto dell'infortunato Picotti. Nella seconda frazione il Bosto tenta un recupero con i canestri da lontano di Andrea Presentazi (18 punti finali con 4/9 da 3 e 4/5 ai liberi) e dall'energia di Iovene (19 con 8/10 da 2, 3/5 da 1 + 6 rimbalzi), ma arriva solo a 5 lunghezze di distanza visto che l'asse Bianchi (15 con 5/9 da 3 punti) - Puricelli (13 con 6/8 da 2) permette ai padroni di casa di andare negli spogliatoi sul 51-34 del 20'. Nella ripresa poi l'energia del giovane Gatto (17 con 6/12 al tiro +3/6 da 1) porta i padroni di casa al +21 della mezzora (71-50) con gli ospiti che devono fare i conti con l'uscita per infortunio di Missoni, unico baluardo ospite nel colorato. L'ultimo quarto e' pura accademia con i ragazzi di coach Vis che ottengono il massimo vantaggio proprio sulla sirena finale. Laconico il commento di Frasisti (nella foto), l'allenatore del Bosto ci dice: “ Stasera non eravamo concentrati, dopo le prime schermaglie ci siamo sciolti, resettiamo subito e pensiamo sin da ora alla prossima, difficile gara interna, che ci vedrà opposti a Cadorago, team tra i più forti del girone

BOSTO VARESE: Brighina 4, Marotto 3, Bianco 4, Presentazi Ale. 0, Laudi 5, Missoni 4, Iovene 19, Presentazi And. 18, Volpato 4, Beretta 4, Faggiana 0, Grieco 0. All. Frasisti

Gallarate:Quaglia 3, Borghi 10, Tomasini 7, Gatto 17, Gergati ne, Bolzonella 5, Cola 1, Ciardiello 18, Bianchi 15, Pariani 4, Puricelli 13. All. Vis

RISCATTO CASALINGO PER IL BOSTO
71-67 il risultato per i varesini

Il Bosto riscatta l'inopinata sconfitta in quel di Legnano di 7 giorni fà battendo tra le mura amiche il Groane diretta concorrente per un posto nei playoff. Inizia forte il Bosto che scappa già nei primi minuti di gara (7-2 al 3') sfruttando anche le tante assenze negli ospiti a referto in soli 8 uomini (out lo squalificato Delpero, gli infortunati Aresi, Galliani e Meroni). Un ottimo Andrea Presentazi (17 con 6/13 al tiro; 2/3 ai liberi e 6 rimbalzi) trascina poi i neroverdi al 27-11 della prima sirena. Al rientro dopo la prima mini pausa Lentate ritrova il feeling con il canestro e inizia la rimonta grazie a Bottinelli (14) e Novati (15) però Laudi (15 con 4/8 da 2, 2/5 da 3 +8 rimbalzi) permette ai varesini di andare negli spogliatoi sul 43-32. Ad inizio terzo quarto si scatena però Visini (24 finali con 5 bombe dall'arco dei 3 punti) che riporta in gara definitivamente gli ospiti che chiudono sotto di solo un punto il quarto (54-53), grazie anche alla difesa box and one che limita il già citato Presentazi; un canestro da lontano sulla sirena di capitan Brighina per il Bosto fissa il +1 della mezzora. Nell'ultimo quarto poi Groane completa la rimonta portandosi anche a condurre (54-56 al 35'), ma i padroni di casa vengono letteralmente presi per mano da Iovene (mvp con 18 pti e 6/12 al tiro, 4/8 da 1 e 11 rimbalzi) che a suon di canestri e rimbalzi (anche d'attacco) permette ai varesini di ottenere due punti importanti prima dei difficili match contro Gallarate e Cadorago.

BOSTO VARESE: Brighina 9, Marotto 6, Bianco 4, Presentazi Ale. 0, Laudi 15, Iovene 18, Presentazi And. 17, Volpato ne, Beretta 2, Grieco 0. All. Frasisti

Lentate:Brambilla 3, Angeretti 2, Visini 24, Novati 15, Bottinelli 14, Cardani 6, Bartesaghi 2, Dugo 1. All.Bocciarelli

SCONFITTA BRUTTA E INASPETTATA
Salta il pronostico per un Bosto poco lucido

I giovani dell’ABA sovvergono i pronostici e battono un Bosto apparso poco preciso e spento. Brillante prova dei ragazzi di coach Mosti che dopo un avvio faticoso (2-9 al 4’) grazie alle conclusioni di Andrea Presentazi (15 punti finali con 7 nei primi 5 minuti ma alla fine 5/14 al tiro per l'ala varesina), trovano il bandolo della matassa e con un incredibile 13/25 da 3 finale ribaltano la storia della gara per il 19-13 del 10’ ed il 42-31 dell’intervallo lungo. Nonostante l’innesto di un concreto Missoni (out nei primi quarti per un risentimento muscolare poi 15 punti totali con 5/5 dal campo +3/5 ai liberi e 9 rimbalzi, supportato dalle conclusioni di un tonico Iovene (15 punti ma 6/13 al tiro per l'ex arcisate), il Bosto seppur ricucendo (56-48 al 28’) non riesce a ritornare avanti grazie allo scatenato Guidi (MVP con 3/3 da 2, 5/9 da 3 e 3 assist) coadiuvato da Gastoldi (4/7 da 2+10 rimbalzi). Nell’ultimo quarto le scariche dall’arco di Tiengo (5/7 da 3) puniscono le varie zone schierate dalla panchina ospite per il 65-48 del 33' che di fatto chiude il match. Brutta prestazione per i ragazzi di coach Frasisti apparsi spenti e con poca grinta, peculiarita' da ritrovare in fretta in vista del delicato match ai fini della classifica, contro groane tra 7 giorni in quel di Valle Olona!

BOSTO VARESE: Brighina, Marotto 9, Bianco 4, Presentazi Ale., Laudi 8, Missoni 13, Iovene 15, Presentazi And. 15, Volpato, Beretta 2, Faggiana, Grieco. All. Frasisti

ABA Legnano:Tognati 2, Tiengo 15, Frattini 2, Rinke 8, Cedrati ne., Roveda 8, Battilana 5, Gastoldi 7, Guidi 22, Toia 7, Tosi 0, Dushi 0. All. Mosti

A LUINO TORNA IL REFERTO ROSA
Un concreto Bosto espugna il parquet dei lacuali

Il Bosto espugna Luino e torna alla vittoria dopo lo stop contro Cantu’ di 7 giorni fa. Inizio di gara imperioso degli ospiti con il 7-0 del 2 di gioco, poi il Verbano si sblocca e con il razzente Palazzi (11) e Vitella (8 finali ma 5 consecutivi) si riavvicina per l’11-20 del 10’ di gioco, nonostante un buon Missoni per gli ospiti (4/4 da 2+11 rimbalzi per il lungo varesino). Al rientro dalla pausa breve il Bosto fatica sempre di piu’ a trovare il canestro, i soliti terminali di coach Frasisti non trovano le loro solite conclusioni (Presentazi 3/12 dal campo; laudi 4/10 al tiro) e i locali si mantengono a stretto contatto grazie anche alle bombe di Pehar, anche alla pausa lunga (24-26), concedendo solo 6 punti nel quarto ai rivali. Dopo la pausa di meta’ gara ancora tanto equilibrio e primi vantaggi per il Verbano con i canestri di Biason (7) e Porrini (5); tutto viene rimandato all’ultimo quarto dove’ si scatena Dario Iovene (mvp del match con 7/9 da 2; 10/12 da 1+10 rimbalzi e 6 assist) che con i suoi 27 punti finali regala il successo ai neroverdi, nonostante Luino lamenti la disparita’ di decisioni arbitrali (7 a 1 i falli fischiati e 12 tiri liberi a zero a favore degli ospiti).

BOSTO VARESE: Brighina 1, Marotto 5, Bianco 4, Presentazi Ale. 0, Laudi 8, Missoni 8, Iovene 27, Presentazi And. 7, Beretta 0,Faggiana 0, Grieco 0. All. Frasisti

Pall. Luino:Palazzi 11, Vitella 8, Gardini 4, Pehar 9, Ferrari 0, Garavaglia 2, Porrini 5, Biason 7, Galluccio 0, Gubitta 0, De Santi 0, Colombo 3. All. L. Colombo

BELLA GARA MA PASSA CANTU'
Il supplementare condanna il Bosto di coach Frasisti

Bel match quello disputato venerdì sera alla Palestra di Valle Olona tra il Bosto ed il Team ABC Cantù; i padroni di casa cedono ai più quotati ed esperti ospiti solo dopo un overtime. Dopo un ottimo inizio dei ragazzi della coppia Frasisti-Giacomazzi, portatisi subito sul 7-0 al 3' di gioco e al 18-11 della prima sirena, grazie anche alle conclusioni da lontano di Andrea Presentazi (19 punti finali con 5/10 da 3); gli ospiti prima rientravano (28-24 al 16') poi sorpassavano nei secondi finali del secondo quarto (33-34 al 20'). Al rientro dagli spogliatoi erano le conclusioni dalla linea dei tre punti dei vari Pagani (17), Munafò e Pifferi (MVP con 20 punti e ben 6 canestri da lontano) a consentire a Cantù di prendere un discreto margine di vantaggio (massimo distacco il +9 del 25': 43-52) con i locali ad inseguire e mai demordere con la sostanza di Missoni (10 punti a referto e 5/12 dal campo) e le incursioni di Laudi (10). I locali così rilanciavano e al 37' si riportavano avanti nel punteggio (63-61); concitate le fasi finali dei tempi regolamentari con il Bosto ancora avanti (67-66) al 39' con due liberi del suo centro titolare; ma la ABC pareggiava in lunetta con Fioravanti, grazie ad un dubbio fallo subito dal giovane canturino a rimbalzo, l'ala ospite realizzava un tiro libero e così la gara andava ai supplementari. Nell'extra-time il solito già segnalato Pifferi, al 44' rompeva gli equilibri con una tripla, poi l'energia di Fioravanti (17 finali) e la stanchezza dei ragazzi nero-verdi consentiva agli ospiti di portare a casa due punti molto ma molto sudati. Per il Bosto invece tanto da recriminare prima di tutto per le molte occasioni gettate al vento per chiudere nei 40 minuti regolari il match e poi anche....per alcune decisioni arbitrali abbastanza inconsuete (ricordiamo un mancato tecnico ai danni di Crisci per proteste e ingiurie rivolte ai grigi con i locali avanti di 11 lunghezze ed il contestato fallo a soli 3 secondi dal 40').

BOSTO VARESE: Brighina 6, Marotto 4, Bianco 4, Presentazi Ale. ne., Laudi 10, Missoni 10, Iovene 13, Presentazi And. 19, Volpato ne, Beretta 6, Faggiana ne, Grieco 0. All. Frasisti

ABC Cantu':Baparape' 0, Costacurta ne., Castelli 0, Pagani 17, Fioravanti 17, Amadio 0, Munafo' 17, Pifferi 20, Colzani 2, Casadio ne., Crisci 4, Colombo 1. All. De Simone

VITTORIA DI SQUADRA
A Cassano la prima vittoria fuori casa

Il Bosto bissa la vittoria di settimana scorsa nel derby contro Castronno battendo anche Cassano nella palestra di via santa caterina. Bella la prova dei ragazzi di coach Frasisti (24-23, 41-45, 52-60 i parziali dei quarti di gioco), l'ottima prova di squadra con segnalazione per l’asse Marotto (19 punti con 6/9 al tiro+6/8 da 1)-Missoni (15 con 7/12 da2, 7 rimbalzi ,1 stoppata) permette al Bosto di rimanere sempre in gioco per buona parte del match poi sono le giocate del sempre positivo Iovene (12 pti +8 rimbalzi, 5 recuperi) nella terza frazione a lanciare gli ospiti che nell'ultimo quarto amministrano nonostante l'uscita per infortunio di Andrea Presentazi per uno scontro di gioco con Mapelli (15 pti con 5/11 al tiro+8 rimbalzi per l'ex professionista)

BOSTO VARESE: Brighina 5,Marotto 19, Bianco 8, Presentazi Ale. Ne, Laudi 6, Missoni 15,Iovene 12, Presentazi And. 15, Volpato ne, Beretta S.3, Faggiana ne, Grieco 0. All. Frasisti

Cassano:Puricelli 0, Mapelli 15, Moalli 17, Galmarini 0, Redepaolini 11, Bianco 6, Bonicalzi 0, Del Torchio 8, Zacchello 0, Poggiolini 16, Della Valle ne,




LA VITTORIA PIU' BELLA
Il Bosto schianta la capolista Castronno

Nel derby varesino tra Bosto e Castronno, giocato venerdi’ sera, impresa dei padroni di casa che fermano la marcia della neopromossa d' assalto di coach Monti ancora imbattuta. Al via ospiti senza l’ex Paolo Lombardi (fermo probabilmente sino a gennaio, un grosso in bocca al lupo per un veloce rientro all'ex capitano delle aquile), ma con Fontanel, altro fresco ex a referto, mentre coach Frasisti deve rinunciare ad Ottavio Missoni. Leggero vantaggio per i nostri ragazzi alla prima sirena (16-12 al 10') per nulla impauriti dinanzi agli esperti giocatori della CAL, poi gli ospiti con il già citato Fontanel (7/11 da 2 + 8 rimbalzi per l’esperto classe 1970) trovano il primo vantaggio al 16' di gioco (21-25). Equilibrio sino alla sirena con Castronno che chiude avanti di una lunghezza alla sirena di metà gara (28-29). Nella ripresa le triple di Marotto (11) e Iovene (15 p.ti con 3/5 da 3, 6/9 ai liberi + 9 rimblzi per l’ex Valceresio) e la grande difesa di Beretta sui lunghi avversari permettono al Bosto di firmare il 45-37 del 28’. Nell’ultimo tempo dopo il 51-45 della mezzora la zona messa in campo da coach Monti e le conclusioni di Borghi (14 con 5/8 dal campo) frenano i locali con il 61-58 del 37'. Dopo il minuto di sospensione un canestro di Andrea Presentazi (14 finali) e una bomba dell’MVP Iovene chiudono i conti a favore dei nero-verdi.

BOSTO VARESE: Brighina 8, Marotto 11, Bianco 5, Presentazi Ale. 2, Laudi 8, Iovene 15, Presentazi And.14, Volpato ne, Beretta 5,Faggiana ne, Grieco 2. All. Frasisti

Castronno:Barbieri 6, Ivone 8, Marini 4, Leo 6, Borghi 14, Leggeri ne, Fontanel 14, De Vita ne, Binda 2, Premoli 7. All. Monti

LA PARTITA DEGLI EX
I neroverdi incontrano il passato recente

Dopo la sconfitta tra le mura amiche contro Rovello Porro, il Bosto di coach Frasisti cerca il riscatto, nuovamente in casa, contro la corazzata Castronno. La società allenata da Angelo Monti è neopromossa nella categoria ma presenta un roster ricco di esperienza e talento, dove quasi tutti i giocatori hanno avuto un trascorso, in alcuni casi storico, tra le file del Bosto. E' il caso di Paolino Lombardi, vera bandiera della società neroverde (il grande ex della gara sarà probabilmente out per infortunio) o di Fulvio Fontanel e Marco Santinon, lottatori sotto le plance per il Bosto nel recente passato. Troviamo poi, sfolgiando il libro dei ricordi, Luca Leo, Matteo Binda e Davide Ivone, che è stato anche capitano dei nostri colori. Castronno si presenta a Valle Olona da capolista, non a sorpresa, e conta di portare a casa il referto rosa contando sulla supremazia sotto le plance (dove un certo Fabrizio Premoli, il quale non ha certo bisogno di presentazioni, sta facendo vedere come si gioca a pallacanestro) mentre il Bosto affronterà la gara a viso aperto, senza paura o timori reverenziali.

ROVELLO ESULTA SUL FILO DI LANA
Percentuali glaciali in lunetta condannano i neroverdi

Sconfitta in volata per la nostra prima squadra nella seconda gara casalinga della nuova stagione 2015/16. La formazione nero-verde cede per soli quattro punti (68-72) al basket RovelloPorro. Match sempre in equilibrio (20-24; 33-34 e 53 pari i parziali dei quarti) con gli ospiti che trovano grande sostanza prima dalle incursioni di Terraneo (15) poi da Losa (15) e nell’ultima frazione dal lungo Maiocchi (18 e MVP del match). Ma il Bosto però recrimina visto il tiro aperto sbagliato sul 68-70 a soli 30 secondi dalla fine e soprattutto sul pessimo 7/15 ai liberi. Note positive in casa varesina le prove di Laudi (15 con 7/13 al tiro+7 rimbalzi), Iovene (14 e 5/11 da2, 4/8 da1) e dell’ex Simone Beretta (13 con 6/12 dal campo).

BOSTO VARESE: Brighina 5, Marotto 4, Bianco 5, Laudi 15, Missoni 2, Iovene 14, Presentazi 10, Beretta 13, Faggiana, Grieco. All. Frasisti

Rovello Porro:Lanzani 4, Mascheroni 0, Lanzi 11, Losa 15, Erba 2, Bianchi 0, Barbisan 6, Bosa 8, Terraneo 15, Maiocchi 18, Chittaro ne, Martinoni ne. All. Cilio

UNA SQUADRA GIOVANE E VELOCE
A Valle Olona il Bosto sfida il Basket Rovello

Seconda gara casalinga per i ragazzi di coach Frasisti che stasera saranno opposti al Basket Rovello; team allenato dalla coppia Cilio-Porro e che, attualmente è in vetta alla classifica generale. Il team della provincia comasca ha cambiato poco dalla stagione scorsa, di fatto consolidando una rosa che già si conosce molto bene e che, probabilmente a portato i bianco-blu già nelle prime posizioni ad inizio stagione. Punti di forza di Rovello sicuramente gli esterni Terraneo, esperto play/guardia classe 1983, la guardia/ala Bosa classe 1988 attualmente top scorer della squadra ed il razzente play Lanzi nato nel 1992. Sotto le plance attenzione particolare alla giovane ala Barbisan (classe 1993) e al lungo Maiocchi, prospetto del 1996 aggregato alla prima squadra questa estate. Rovello come si può vedere dal roster a pagina 2 è un team molto giovane e che imposterà la gara sul gioco veloce, quindi siamo sicuro che stasera si vedrà un bel match!!!. Nelle fila del Bosto questa sera ci sarà un ex di Rovello, Simone Beretta. L’ala ha giocato una stagione nelle fila dei comaschi e sicuramente ben vorrà figurare a cospetto della sua ex società.




A TRADATE IL PRIMO DERBY STAGIONALE
Il Bosto spreca una ghiotta occasione

Nella gara disputata sabato pomeriggio scorso in quel di Tradate sconfitta nei minuti finale per la nostra prima squadra che deve cedere alle giocate dell’ex Giorgio Beretta autore di ben 27 punti con 7/10 da 3!!. Dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio (19-18 al 10’ e 32-34 al 20’) i locali con il già citato ex prendono un discreto vantaggio (6-7 punti massimo) e chiudono avanti alla mezzora di gioco sul 57-52. Al rientro dall’ultimo mini intervallo però il Bosto ha la forza e la volontà di ritornare in gara; dopo il 57-60 del 34’ Missoni (nella foto a lato 6/12 al tiro+8 rimbalzi) e Iovene (6 assist ma 6/14 al tiro) capitalizzano una ottima difesa e impattano al 35’ (60 pari). Con l’inerzia a favore gli ospiti dopo un improvviso calo di tensione che fa spegnere le luci dell’impianto di Via Oslavia (sosta forzata di 5 minuti), si bloccano in attacco e subiscono un parziale di 10-2 con Sacchetti (3/8 al tiro per il figlio del coach di Sassari) e Muraca (6/10 da 2; 6/6 ai liberi e 10 rimbalzi) sugli scudi. E’ poi una bomba di Turconi che suggella la vittoria e il primo referto rosa per la Sportlandia. In casa Bosto tanto il rammarico per l’occasione sprecato tanto che coach Frasisti, lapidario dichiara alla fine del derby: “Abbiamo buttato via due punti, dopo la sosta abbiamo smesso di difendere ed eseguire i giochi in attacco, cosa che ci aveva permesso di riacciuffare la gara. Peccato, ora testa subito alla prossima gara”.

BOSTO VARESE: Brighina 5,Marotto 4, Bianco 4,Presentazi Ale. Ne, Laudi 6,Missoni 15,Iovene 16,Presentazi And. 6, Volpato ne, Beretta S. 9, Faggiana ne, Grieco 0. All. Frasisti

Tradate: Castiglioni 0, Figuriello 0, Sacchetti 10, Corsaro 0, Beretta G. 27, Fogato 6, Turconi 10, Muraca 18,Bernasconi 2,Gagliardi 0, Gottardello 0. All. Alberio

A TRADATE UNA GARA DURA
La presentazione del secondo turno

Dario Frasisti, coach del Basket Bosto Varese, vuole già fare il bis. Galvanizzati dal primo successo stagionale colto, o meglio, strappato contro Bollate, Missoni e compagni viaggiano verso Tradate con una convinzione: si può fare…
“Come all’esordio contro Bollate, anche quella contro Tradate credo sia una partita alla nostra portata – dice Frasisti -. Abbiamo sacro e doveroso rispetto per tutti gli avversari, ma allo stesso tempo sappiamo che nel campionato esistono valori che, almeno sulla carta, non sono equivocabili. Così noi, Tradate e diverse altre compagini dovremmo avere più o meno le stesso potenzialità e aspettative sovrapponibili. Ed è per questa ragione che contro Tradate non si parte battuti…”.
Gara che interpreterete in che modo?
“La formazione biancoverde dispone di un quintetto davvero eccellente con giocatori di valore e ampiamente di categoria come Fogato, Beretta e Sacchetti. Ed è su questo terzetto, in particolare sulla coppia Fogato-Beretta che dovremo concentrare gli sforzi ed esibire la massima attenzione difensiva. Non a caso questi due, nella sconfitta rimediata nel posticipo di lunedì a Legnano, hanno prodotto 37 dei 67 punti totali segnati dalla squadra. Poi, chiaro, è lecito attendersi qualcosa di più da Sacchetti, che in pre-campionato avevo visto molto bene e, se dovesse essere presente, anche da un leader tecnico come Bernasconi. Però, ripeto, senza nulla togliere alle qualità di Tradate, sono convinto che tanto dipenderà anche da noi e dall’atteggiamento difensivo che saremo capaci di mostrare in campo. Se difenderemo come abbiamo fatto, molto efficacemente, nel secondo tempo contro Bollate allora le cose potrebbero “virare” in positivo. Altrimenti, fuori casa, è sempre dura. Ovviamente credo alla prima ipotesi e mi gioco un bel 2″.

Di Massimo Turconi
Fonte: Varesesport.com

IL PUNTO SUL CAMPIONATO
Alberto Grassi e la seconda giornata di campionato

Dopo solo due turni è assai difficile fare il punto della situazione sul girone B della Silver 2015/16; a punteggio pieno ci sono però tre formazioni che nei pronostici pre-campionato erano date tra le candidate alla vetta, ovvero Castronno, Cantù e Cadorago. Ad aggiungersi a queste squadre Rovello Porro, team che ha cambiato poco dalla passata stagione e che sarà l’avversario di stasera del Bosto. A zero punti e quindi ancora a secco di vittorie ci sono: Bollate, Luino, Fagnano e Amici della Pall. Varese che lotteranno per evitare la retrocessione diretta e/o i playout; a questi team va poi aggiunto Lentate che però deve recuperare ancora la gara casalinga sospesa per impraticabilità del campo venerdì scorso (e dove era avanti di ben 30 punti contro Legnano). Insomma ancora tanta incertezza ed equilibrio, come si diceva in apertura, soli 80 minuti di gioco non bastano per delineare un chiaro quadro generale, per cui aspettiamo almeno un altro paio di giornate per sbilanciarci su chi veramente potrà ambire a posizioni importanti nella classifica generale!

IL COMMENTO DEL COACH
Dario Frasisti intervistato da Massimo Turconi

“Non male, ragazzi, non male…”. Dario Frasisti, coach del Basket Bosto Varese, sorride compiaciuto per la buona gara prodotta, e poi vinta, dai suoi ragazzi nell’esordio stagionale contro Ardor Bollate e lancia messaggi di incoraggiamento alla sua giovane truppa.
“Devo essere sincero: pensavo peggio – dice Frasisti -. Infatti, dopo un pre-campionato caratterizzato da più ombre che luci, con una preparazione frammentaria a causa di infortuni e assenze, non credevo potessimo partire così bene. Certo, consideravamo Bollate avversario alla portata, ma allo stesso avevamo grande rispetto per Bollate, squadra caratterialmente tosta che, avendo cambiato pochissimo, è molto più avanti di noi nello sviluppo dei programmi tecnici”.
Vittoria meritata in un classica gara dai due volti…
“Nel primo tempo abbiamo sofferto, e non poco – conferma il tecnico di Bosto -. Poi, nella ripresa, siamo entrati più convinti mentalmente e siamo stati bravi nel cambiare passo in difesa, aumentando aggressività e intensità in progressione. Non a caso, nel secondo tempo abbiamo concesso ai bollatesi solo 28 punti, 8 dei quali nell’ultimo periodo che abbiamo giocato con un atteggiamento difensivo clamoroso. Di fatto, il divario finale è persino ingeneroso nei nostri confronti perchè avremmo meritato di vincere più largo. Basti pensare all’orribile 2/8 realizzato ai tiri liberi negli ultimi tre minuti”.
Buona la prima, ma chi “bene bene”?
“Direi tutti, in un’ottima vittoria di squadra in cui ogni giocatore chiamato in campo ha portato qualcosa di buono, soprattutto in difesa. Poi, parlando dei singoli, mi è piaciuta la gara di Marotto, playmaker classe ’95 che all’esordio vero da titolare ha giocato con grande personalità, attenzione ed efficacia. Evidentemente l’anno trascorso all’ombra di Paolino Lombardi è stato davvero utile per imparare e farlo crescere”.
Commento sui risultati di giornata?
“Detto che non ci sono stati risultati eclatanti o fuori pronostico, aggiungo che, alla vigilia, pensavo che Gallarate potesse fare il colpaccio a Cerro. Poi, invece, ho saputo di una gara tiratissima tra due formazioni che con ogni probabilità giocheranno per il vertice. Stesso discorso, la zona alta della classifica, anche per Castronno che al debutto ha subito messo in mostra grande solidità. Sono rimasto sorpreso dal risultato di Tavernerio squadra che è etichettata da alcuni come “materasso” è stata altresì capace di battere la Pallacanestro Varese. Un risultato che – conclude “Fraso” -, insegna a tenersi alla larga da previsioni troppo facili…”.

Di Massimo Turconi
Fonte: Varesesport.com

MAROTTO STENDE BOLLATE
Il Bosto difende il fortino di Valle Olona

Inizia bene la stagione 2015/16 per la nostra prima squadra che, nel turno inaugurale contro Bollate, ottiene i primi due punti. La gara non si presentava certamente agevole per i ragazzi di coach Frasisti visto che l'Ardor ha cambiato poco o nulla rispetto all'anno passato, a differenza dei padroni di casa. Già alle prime schermaglie si vede che il match sarà una "sofferenza" per i nero-verdi, Bollate ribatte colpo su colpo alle conclusioni dei locali e alla prima sirena il tabellone riporta 20-19 per il Bosto. Al rientro dopo la prima mini pausa è Marotto a trascinare Varese (7/9 da 2; 3 recuperi e 6 rimbalzi per il play del 95), gli ospiti però non demordono e con Danesi (14 punti finali e 3/4 da 3 nei primi 20' di gioco) chiudono addirittura avanti all'intervallo di metà match (37-39). Al rientro dagli spogliatoi i nostri ragazzi serrano le fila in difesa, Bianco e Gorini trascinano i compagni nella propria metà campo e Missoni (5/11 da 2 + 8 rimbalzi) è un fattore nelle aree colorate seppur ben contrastato dal diretto avversario Calloni; così alla mezzora ancora equilibrio nel punteggio (51 pari). Nell'ultimo quarto è poi Iovene (2/5 al tiro e 5/8 ai liberi) a creare il break che decide il match ,anche con l'aiuto di Andrea Presentazi (4/18 per l'ala di casa), sino a quel punto molto impreciso al tiro; così che dalla parità della mezzora si giunge al +10 del 38' che di fatto sancisce la prima vittoria (molto importante ai fini della classifica...sembra presto ma è così....) per il Bosto.

BOSTO VARESE: Marotto 19, Bianco 4, Presentazi Ale. Ne, Laudi 8, Missoni 10, Iovene 10, Presentazi And.10, Volpato ne, Gorini 3, Beretta 5, Faggiana ne, Grieco 0. All. Frasisti

Bollate: Romei Giovanni 8, Mola ne, Veronelli 6, Villa 5, Lazzati 7, Sassi 2, Mitrano Luca 2, Passarini 3, Calloni 8, Piotto ne, Zucchetti 2, Danesi 14. All. Carozza

FINALMENTE IL CAMPIONATO
I neroverdi a Valle Olona contro Bollate

Prima gara casalinga della nuova stagione sportiva 2015/16 alla palestra di Valle Olona per la nostra squadra senior che ospiterà i “cestisti” dell’ Ardor Bollate allenati da coach Carozza. Punte della formazione alto milanese, che poco o nulla a cambiato nel roster della passata stagione sono la guardia Romei Longhena, i playmaker Danesi e Mitrano ed il lungo Calloni. Sicuramente il primo è il giocatore più talentuoso di una squadra che ha pescato molto dal proprio settore giovanile e che nella passata stagione ha sofferto nella prima parte del campionato, per poi però, trovare quel poco di continuità che gli ha permesso di raggiungere la salvezza, trascinata anche dal talento di Romei. Grossa personalità hanno anche i due registi dell’Ardor, Danesi e Mitrano, pericolosi nel creare gioco e nel concluderlo. Gara sicuramente da non prendere con le molle per il nuovo Bosto che quest’anno dovrà trovare prima possibile l’amalgama e quella coesione di squadra che servirà dapprima per raggiungere la salvezza e poi, magari, puntare anche a uno degli otto posti per partecipare ai playoff post season. Ricordiamo che quest’anno solo la nona e la decima classificata alla fine delle 30 giornate in calendario si fermeranno concludendo l’anno sportivo, visto che dalla undicesima in poi ci saranno i playout o addirittura la retrocessione per le ultime due in graduatoria finale!!!!..

IL PUNTO SUL CAMPIONATO
Alberto Grassi presenta il nuovo campionato regionale

Con la creazione di due gironi di C Gold (ex C1) il panorama del campionato è cambiato molto, oltre a chi è stato promosso molti i team ripescati, per cui il CRL ha ridisegnato il girone varesino-comasco; new entry le società di Cantù (auto-retrocessasi), Tavernerio, Fagnano Olona, ABA Legnano e Amici della Pallacanestro Varese, oltre alla neo-promossa Castronno (in quanto vincitrice della serie D 2014/15). Che campionato sarà è presto però per saperlo, sicuramente un paio di squadre sono le favorite, BasketBall Gallarate e GSO Cerro hanno costruito un ottimo roster cambiando poco e aggiungendo qualità, inoltre hanno disputato un buon pre-campionato. Dietro queste due compagini tante potrebbe fare bene, a partire dalle comasche Cantù, Lentate, Rovello e le varesine Cassano e Castronno, forse la squadra più “esperta” e sicuramente più “talentuosa” dell’intera C Silver lombarda con giocatori molto esperti.

QUALCOSA E' CAMBIATO
Il nuovo Bosto

Si parte; questa sera inizia la nuova stagione sportiva per un Bosto rinnovatissimo e con una rosa molto giovane. Questa estate la dirigenza dei nero-verdi si è trovata a dover ridisegnare quasi l’intera composizione della prima squadra viste le defezioni di Lombardi e Fontanel passati a Castronno, di Bisognin (salito in C Gold ad Arcisate) e gli abbandoni dell’attività da parte di Marco Zanatta e di Tocchella. Così i dirigenti hanno deciso di ringiovanire la squadra puntando su ragazzi che hanno la voglia di emergere e di giocarsi da protagonisti la loro opportunità nel nuovo campionato di C Silver (l’ex C2 o C Regionale). Sono così arrivati alla “corte” del confermato Dario Frasisti (nella foto a lato) e del suo nuovo secondo Attilio Giacomazzi (un ritorno il suo): Dario Iovene play/guardia; Fabio Laudi guardia/ala e Manfredi Bianco guardia/ala, tutti e tre ex Arcisate; Simone Beretta ala ex Pall. Como, Nicolò Volpato, guardia ex Sesto Calende e Riccardo Faggiana pivot ex Legnano. A completare il roster sono rimasti: Marotto, Grieco, Presentazi Andrea ed Alessandro oltre agli “storici giocatori made in Bosto”: Ottavio Missoni, Alex Brighina e Andrea “Yure” Gorini che, seppur limitando l’attività cestistica, sarà a disposizione dello staff tecnico come aggregato e non mancherà di fare valere la propria esperienza e classe ad un gruppo che ha una media età molto bassa. Sicuramente il lavoro che la coppia Frasisti-Giacomazzi dovrà fare sarà lungo, laborioso e difficile ma sicuramente stimolante, sarà compito di ogni parte in gioco fare si che questo processo di crescita sia il più breve possibile per raggiungere il minimo traguardo posto dai dirigenti: la salvezza…..quello che verrà in più sarà un premio a quanto fatto!!.

IL RIASSUNTO DEL PRECAMPIONATO
Il Bosto si prepara per la nuova stagione

Apriamo un piccolo spazio per raccontare quanto sinora fatto dalla nostra prima squadra nel pre-campionato, in attesa del via della stagione regolare che parte oggi. Dopo il ritrovo avvenuto Venerdì 28 Agosto e la prima fase di dura preparazione agli ordini dello staff tecnico, i ragazzi hanno effettuato la prima sgambata alla palestra della Robur contro la Valceresio Arcisate militante in C Gold; buono il primo test per i nero-verdi di coach Frasisti al cospetto di una formazione più avanti di preparazione e con uomini esperti e di “peso” come Fanchini, Mondello, Terzaghi ed il nuovo arrivato Vescovi (figlio di Cecco, bandiera della Pall. Varese). Due giorni dopo altra amichevole, sempre in trasferta, in quel di Marnate dove si era ospiti della locale formazione militante in serie D; prestazione con luci ed ombre per un Bosto forse appesantito dalla lunga e continua preparazione atletica (si è viaggiato per 2 settimane a 5 allenamenti consecutivi). Mercoledi 16 Settembre impegno invece per la semifinale del Memorial Canavesi-Beretta a Fagnano Olona contro la formazione di casa (neo-ripescata in C Silver); vittoria in rimonta (finale 56-53), grazie ad un avvio sprint (24-8 al 13') e ad un finale "a testa bassa" dopo che Fagnano aveva prima rimontato il pesante passivo. In finale due giorni dopo Gallarate, che aveva battuto Tradate, ha avuto la meglio su di un Bosto lento, impacciato e mai in gara (75-44 il finale). Infine mercoledì scorso altro test contro una formazione di C Gold a Robbio Lomellina dove la nostra compagine ha ben figurato contro gli Aironi chiudendo in parità il match giocato su 5 tempi regolari.

TRA SETTE GIORNI VIETATO SBAGLIARE
Coach Frasisti commenta la finale del torneo di Fagnano

Nelle parole a fine torneo di Frasisti la consapevolezza del tanto lavoro da fare: " Sicuramente in finale abbiamo bucato la gara -dice il coach del Bosto- probabilmente i tanti impegni consecutivi tra allenamenti e amichevoli, oltre ai pesanti carichi di lavoro, ci hanno fatto arrivare svuotati all'appuntamento finale con il Torneo, però non posso essere contento dell'atteggiamento avuto dai ragazzi nell'arco dell'intera gara; come ho già detto durante i vari time-out nel corso del match, se non difendiamo e non giochiamo in attacco con calma, svolgendo i giochi sino al termine, faremo fatica con tutti i team del girone B. Purtroppo la squadra è quasi interamente nuova, i giocatori si devono conoscere, dobbiamo inserire Missoni appena rientrato dall'estero per lavoro e soprattutto un elemento importante come Iovene che in questa pre-season non si è in pratica mai allenato; dobbiamo lavorare tanto e bene, i risultati arriveranno solo con costanza, applicazione, sacrificio e voglia di vincere, cose che purtroppo questa sera sono mancate totalmente, per fortuna era solo un antipasto di campionato.....Tra sette giorni inizia la stagione e non dobbiamo più sbagliare".




A GALLARATE IL TORNEO DI FAGNANO
Ancora in rodaggio i neroverdi del Bosto

Il Basketball Gallarate vince (in scioltezza) la 29esima edizione del Memorial Canavesi-Beretta disputato a Fagnano Olona. Sono i ragazzi di coach Vis ha prevalere nettamente in finale su di uno spento Bosto Varese, nelle fila del BBG ottima la prova di Marcello Pariani (votato poi dai coach dei team partecipanti come MVP della manifestazione) autore di ben 22 punti e con Canavesi e Puricelli a supporto; match senza storia dominato (si diceva prima) da Gallarate che dopo le schermaglie iniziali trascinato dal suo pivot (miglior marcatore del torneo) vola sul +15 già a metà del secondo quarto; troppo stanco e indietro di condizioni un Bosto che ha avuto spunti positivi dai soli Laudi (10) e Missoni (6); nella terza frazione vantaggio che si dilata per poi raggiungere l'oceanico 75-44 del 40'. Mercoledì sera i ragazzi della prima squadra avevano avuto invece la meglio sui padroni di casa della Virtus Olona (finale 56-53), grazie ad un avvio sprint (24-8 al 13') e ad un finale "a testa bassa" dopo che Fagnano aveva prima rimontato il pesante passivo grazie alle giocate dell'esperto Tesone e ai punti del giovane Colombo (10 finali per il classe 2000 ex Olimpia Milano) e addirittura sorpassato con il +8 dell'inizio dell'ultimo quarto; poi le conclusioni di Andrea Presentazi (16 p.ti finali di cui 11 negli ultimi 5 minuti di gara) e di Laudi (10) premettevano ai ragazzi di coach Frasisti di giocarsi la finalissima contro Gallarate uscita vincente (70-47) dell'altra semifinale contro la Sportlandia Tradate (avversario del Bosto tra soli 15 giorni alla seconda giornata di campionato)".

PARTE IL BOSTO 2015/2016
Inizia il nuovo anno sposrtivo per i neroverdi di coach Frasisti

E' fissato per venerdi 28 Agosto il raduno della prima squadra; alla palestra Pellico coach Frasisti con il suo nuovo aiuto Giacomazzi darà il via alla stagione 2015/16. Grosse novità nel roster per la prossima stagione in C Silver, nuova denominazione del campionato regionale lombardo (già chiamato C2 e C Regionale dal CRL), che vede un gran cambiamento con un ringiovanimento assai marcato. Della passata stagione gli unici confermati sono il "presidente" Ottavio Missoni ed il play/guardia Alexandro Brighina (classe 84) che saranno i "vecchi" della squadra, il play Leonardo Marotto (under classe 95), la guardia Alessandro Presentazi (under classe 95) , l'ala/pivot Federico Grieco (under classe 95) e l'ala Andrea Presentazi (classe 92). Tanti i nuovi arrivi che sono: il play/guardia Dario Iovene e la guardia Fabio Laudi (entrambi classe 91) dalla Valceresio Arcisate, l'ala Simone Beretta (classe 93) dalla Pall.Como, la guardia/ala Manfredi Bianco (classe 92) da Luino, la guardia Nicolò Volpato (under classe 95) da Sesto Calende ed infine il pivot Riccardo Faggiana (under classe 95) dal Carroccio Legnano. Come si vede squadra molto giovane che dovrà essere amalgamata e che necessiterà di tanto rodaggio, a proposito di ciò, denso il programma di amichevoli fissato dalla coppia tecnica; si inizierà il 9 Settembre con la visita alla Valceresio (squadra di C Gold) per poi giocare venerdi 11 a Marnate contro i bianco/verdi dell'ex Franzini. Unico torneo pre-stagionale quello che vedrà il Bosto giocare contro la Virtus Fagnano il giorno 16 (alla Palestra Macchi di Fagnano Olona) con finali il venerdi seguente (altre squadre partecipanti al quadrangolare saranno il Basketball Gallarate e la Sportlandia Tradate). Ultimo appuntamento pre/stagionale quello fissato per mercoledi 23 a Robbio contro i locali Aironi (C Gold) che farà da antipasto al debutto in campionato fissato per venerdi 25 Settembre contro l'Ardor Bollate, alle ore 21.30 alla Palestra di Valle Olona.